GUASAL - A sostegno delle Popolazioni del Guatemala e del Salvador
Skip Navigation Links

Home Page

Expand <p align='left'>Home Page</p>

L'Associazione

Expand <p align='left'>L'Associazione</p>

I Progetti

Documenti-Attività

Contattaci



DOVE OPERIAMO

L'associazione Marianella Garcia Villas attualmente coordina e sostiene diversi progetti a El Salvador e Guatemala con la partecipazione attiva delle popolazioni interessate.

 La Storia All'arrivo degli spagnoli nel XVI secolo , El Salvador era abitato dagli indios Pipil che chiamavano il territorio Cuscatlàn (terra dei gioielli); di questa civiltà restano varie rovine a Chalchuapa. Nel 1524 Pedro de Alvarado inizia la conquista del El Salvador su incarico di Hernàn Cortés. El Salvador viene incorporato nella Capitaneria Generale del Guatemala, alle dipendenze del Viceré del Messico, che conquista l'indipendenza dagli spagnoli nel 1821. Il 15 settembre 1821 è proclamata la Repubblica di El Salvador e approvata la sua prima Costituzione.Negli ultimi anni del 1800 vengono promulgate leggi liberali che stabiliscono un nuovo ordine economico e sociale. Comincia ad avere importanza la coltivazione del caffè. Nel 1931 il malcontento dei contadini sfocia nella rivolta popolare che culmina con il massacro da parte governativa di oltre 24.000 persone, aprendo le porte alla dittatura del generale Maximiliano Hernàndez Martìnez. L'Assemblea Legislativa Costituente vara nel 1962 una nuova Costituzione. L'esasperarsi dei problemi interni creò un clima di crescente tensione che favorì la nascita del partito d'Opposizione che nel 1972 alle presidenziali appoggiò la candidatura del democristiano J. Duarte. Nel 1977 viene eletto presidente il generale C.U. Romero candidato governativo, che intensificò l'attività repressiva che favorì la ricomparsa della guerriglia. Romero fu rovesciato da un colpo di stato nel 1979 da una giunta composta da militari e civili. L'opposizione diede vita al coordinamento rivoluzionario di massa che il 22 gennaio del 1979 organizzò una grande manifestazione di piazza , dispersa dall'esercito, che causò una strage. Il 24 marzo del 1980 viene assassinato nella chiesa della Divina Provvidenza mentre celebrava la messa l'Arcivescovo di San Salvador, Oscar Arnulfo Romero, che aveva condannato apertamente la repressione dei militari e dell'oligarchia salvadoregna. Nel 1983 è approvata la Costituzione attualmente vigente.Nel 1985 Duarte viene eletto presidente, riannodando i colloqui di pace con la guerriglia costituitasi sotto la sigla del Fronte Farabundo Martì, nome del leader comunista che guidò la rivolta popolare del 1932. Le elezioni politiche del 1988 sancirono la vittoria di Arena ( Alleanza Repubblicana Nazionalista) malgrado il suo fondatore e leader D'Aubuisson fosse messo sotto accusa per essere il mandante dell'assassinio dell'Arcivescovo Romero. Le presidenziali del 1989 furono vinte a larga maggioranza da Alfredo Cristiani (Arena). Il 16 novembre del 1989 ufficiali e militari del battaglione Atlacatl irruppero alla Uca (università gesuita) e trucidarono 6 gesuiti, tra cui il rettore p. Ignacio Ellacurìa promotore del dialogo tra le parti per porre fine alla guerra civile e 2 collaboratrici domestiche. Il massacro ebbe forti ripercussioni a livello nazionale ed internazionale da indurre il governo a riconoscere le responsabilità dell'eccidio, e a seguito delle pressioni internazionali a riprendere il dialogo di pace con il FMLN. Il 16 gennaio del 1992 , a Città del Messico il presidente Cristiani e il Comando Generale del Fronte Farabundo Martì di Liberazione Nazionale firmano gli accordi di pace ponendo fine a 12 anni di guerra civile. L'accordo contemplò l'introduzione di modifiche sostanziali nella Costituzione, nell'organizzazione e regolamentazione delle forze armate; revisione della proprietà agraria; creazione di organismi di tutela dei diritti umani e garantì l'esistenza politica legale del FMNL. La Commissione Verità, creata dall'Onu per denunciare la violazione dei diritti umani , addebitò l'85% delle violazioni durante la guerra ai militari e agli squadroni della morte vincolati allo Stato. La Commissione raccomandò la destituzione di 102 capi militari e la privazione di diritti politici ad alcuni ex leader guerriglieri. Il presidente Cristiani propose un'amnistia generale per casi di abuso di violenza che fu approvata appena cinque giorni dopo la denuncia della Commissione Verità. Con questo decreto rimasero impuniti i crimini più gravi commessi durante la guerra. La violenza non cessò con gli accordi di pace. La mancanza di risposte per un reinserimento nella società degli smobilitati dell'uno ed altro fronte, la collusione dei militari con il crimine organizzato e l'attività di intelligenza nelle forze armate, fecero crescere i delitti comuni. Le elezioni presidenziali del marzo 2004 hanno riconfermato il partito Arena con il candidato Elias Antonio Saca con il 58% delle preferenze contro il 37% del candidato del FMLN, Shafik Handal

Mappa Storica

La Geografia La repubblica del El Salvador è il più piccolo Stato dell'America Centrale ma presenta la maggiore densità di popolazione con 6.640.000 abitanti suddivisi nel 54% urbanizzati e il 46% nelle zone rurali. Confina al Nord con Honduras, al Sud con l'Oceano Pacifico, al est con il Golfo di Fonseca che lo separa dal Nicaragua ed all' Ovest con il Guatemala. Il paese è suddiviso in 14 regioni (departamentos): Ahuachapan, Cabanas, Chalatenango, Cuscatlan, LaLibertad, La Paz, La Union, Morazan, San Miguel; San Salvador, Santa Ana, San Vincente, Sansonate, Usulutan. Cerro de Guazapa- Departamento Cuscatlan. Il paese si differenzia con il 15% del territorio di litorale del Pacifico e la pianura costiera con un clima caldo umido; il 25% di valli, altopiani con elevazione media di 600 m. dove si concentra la maggior parte della popolazione con un clima temperato e un 60% di zona montagnosa dove si coltiva il caffè . El Salvador è attraversato da due catene vulcaniche, da est a ovest, separate tra loro dalla valle del fiume Lempa parzialmente navigabile. Esistono quattro laghi: Ilopango 70,1 km2; il Ghiaia 44,1 km2; il Coatepeque 24,8 km2 e l'Olomega di 24,2 km2.

Foto Paesaggio

Associazione Marianella Garcia Villas Onlus       Tel.+39.333.1635655     e-mail: info@guasal.it